febbraio 26, 2018 by Alessandro Scarpa Matrimonio 0

Quelle fotografie del matrimonio…mancanti

Qualche giorno fa un’amica mi ha mostrato le fotografie del suo matrimonio: aveva scelto un album tradizionale, di quelli con le foto stampate su carta fotografica, con la copertina in cuoio. Quando me l’ha messo davanti sopra al tavolo, ancora chiuso, mi era parso molto bello, elegante. Poi quando l’ho sfogliato ho avuto una spiacevole sorpresa. Le fotografie le aveva scattate il cugino di suo marito, appassionato fotoamatore. Ci aveva messo un anno e mezzo per consegnarlo perché aveva voluto ritoccare alcune fotografie e dovendo ritagliarsi del tempo nei momenti liberi dal lavoro la cosa aveva richiesto mesi e mesi. E per un risultato decisamente discutibile. Le carenze dal punto di vista tecnico hanno offuscato la bellezza degli sposi nel giorno più bello. Sembrava che nell’album mancassero le foto più importanti, quelle da ingrandimento, quelle che restano una vita. Mancavano perchè nessuno era stato in grado di scattarle. Inutile per la mia amica nascondere il rammarico di aver voluto accontentare il cugino fotoamatore e di non essersi rivolta a un professionista. “Sei sempre in tempo per un altro servizio fotografico, magari con i tuoi bambini” le ho detto io, come per consolarla. Ma lei mi ha risposto che quel giorno […]

Read On
febbraio 22, 2018 by Alessandro Scarpa Commerciale, News 0

La fotografia parte integrante di un progetto di comunicazione

Quando la fotografia può far parte integrante di un più ampio progetto di comunicazione? Qui di seguito vi racconto cosa mi è accaduto qualche tempo fa… Quasi un anno fa fui contattato da Roberto Berti, Presidente di Veneto Factory. Voleva coinvolgermi in un progetto teatrale innovativo, all’avanguardia, qualcosa di veramente lontano dai soliti cliché… (e non in veste di attore!) La sua idea era quella di proporre un format teatrale che potesse coinvolgere talenti e compagnie emergenti, in una concezione di teatro contemporaneo pop, alla portata di tutti, e che avesse come obbiettivo primario la promozione dell’arte autoprodotta in Veneto: autoctona, indigena, autentica. Nel progetto coinvolse un creativo con la C maiuscola, Riccardo Pirotto, direttore creativo del progetto di comunicazione, assieme al quale ideai l’immagine dedicata alla campagna di comunicazione dell’intera rassegna. Quando iniziammo a condividere idee sul nome da dare alla rassegna, oltre che a riflettere sui messaggi da voler inserire nell’immagine campagna, non c’erano certezze e tantomeno “santi in paradiso” che potessero far decollare il progetto da subito. L’unica cosa certa e che non mancava era la voglia di dare il massimo e di perseverare fino all’obbiettivo. E sapete cosa succede quando una o più persone appassionate perseverano […]

Read On